La macchina del fango

A proposito della macchina del fango   Ovviamente sarà Saviano ad aprire il Festival del giornalismo di Perugia(QUI). E ovviamente lo farà con una relazione sul suo nuovo cavallo di battaglia, la c.d. “macchina del fango”, quest’entità non meglio specificata (ma espressamente collocata nel centrodestra) che avrebbe lo scopo di diffamare chiunque dica cose scomode sul nostro Paese.   Lasciamo … Continua a leggere

Il Salone del libro si dimentica di noi. Ma noi dove siamo?

Ci siamo spenti?     La mostra libraria per i 150 anni dell’Italia unita, allestita all’interno del 24° salone del libro di Torino (nel maggio prossimo), esporrà le opere letterarie e gli editori ritenuti più significativi nella storia culturale del nostro Paese dal 1861 ad oggi: Utet, Ricordi, Treves, Zanichelli, Hoepli, Laterza, Mondadori, Vallecchi, Rizzoli, Bompiani, Einaudi, Feltrinelli, Adelphi ecc. Oltre … Continua a leggere

Arrivederci, Rita

Arrivederci, Rita…     Carissimi avventori, è con un gran nodo alla gola che vi annuncio il ritorno della nostra amica Rita, autrice del blog “Graziella” (QUI) , alla Casa del Padre. E’ entrata in questa locanda fin dalla primissima apertura, e da subito sono rimasto ammirato dal suo stile discreto e così intimamente, autenticamente sereno (chi non la conosce trova … Continua a leggere

Un nuovo Menu

Un nuovo Menu     La settimana scorsa è iniziato un nuovo, importante capitolo della mia storia (e quando avrò un po’ di tempo magari vi racconterò qualcosa), che ha rivoluzionato radicalmente orari, abitudini, ritmi di vita. Il tempo di cucinare qualcosa di speciale con le mie mani è praticamente confinato al week-end ma prometto che i flutti della frenesia moderna non … Continua a leggere

Al bancone

Al bancone     L’oste è curvo sul bancone, abbarbicato sul trespolo e con lo sguardo fisso sul boccale mezzo vuoto. Sono venti giorni che non si schioda da lì. «Che ti succede?» chiede d’un tratto un avventore a nome degli altri «Siamo in attesa delle tue portate ma da settimane non arriva niente…» Non si scompone, l’oste, e continua … Continua a leggere

Buon anno. E grazie

Semplicemente grazie     Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi i quali, fermatisi a distanza, alzarono la voce, dicendo: «Gesù maestro, abbi pietà di noi!». Appena li vide, Gesù disse: «Andate a presentarvi ai sacerdoti». E mentre essi andavano, furono sanati. Uno di loro, vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio a gran voce; e si gettò ai … Continua a leggere

Un Santo Natale a tutti voi

Auguri!   Auguri di un Santo Natale a voi e alle vostre famiglie. E a quei tristoni dell’Unione Europea che hanno edito il Diario per gli studenti dell’Unione inserendo tutte le feste di ogni religione  tranne il Natale e la Pasqua (QUI) non diciamo altro che questo: non  sapete cosa vi perdete. Festeggiate pure la vostra festa sdolcinata dell’amicizia e della bontà: … Continua a leggere

Una preghiera per chi non sopporta i bambini

Una  preghiera (cattivella ma sacrosanta) contro chi non sopporta più la gaiezza dei bambini      “Non ho figli e non ne voglio. Mi irritano anche al ristorante” ha dichiarato Alessandro Piperno nel programma spermicida di Daria Bignardi (l’ho letto sul Corriere, non sono in pensione, non sono in carcere, non sono su una sedia a rotelle, la televisione non la … Continua a leggere

Da bere a tutti!

Da bere a tutti!   Come avrete notato gli impegni iper-pressanti mi hanno impedito di servire con costanza i miei affezionati avventori e me ne scuso. Tuttavia questo è un giorno troppo speciale perché non offra da bere a tutti voi: è di oggi, infatti, la notizia che mio fratello, dopo una lunghissima maratona, è stato ammesso all’Accademia di Modena … Continua a leggere

Si parte

Si parte    Carissimi, l’Osteria Volante vola in vacanza. Auguro a tutti voi di poter godere appieno questo periodo rigenerante e di ritrovarci a settembre carichi e pimpanti. Se gli impegni me lo permetteranno, al ritorno dalle vacanze troverete probabilmente un’osteria profondamente ristrutturata: dopo quasi due anni è necessario disfarsi di ciò che si è affastellato disordinatamente, rafforzare ciò che … Continua a leggere