Mercoledì Grasso

Mercoledì Grasso

 

 

 

«Il legnaiolo Gesù (…) spesso, mentre i trucioli chiari e leggeri s’arricciolavano sotto il filo della pialla e la segatura pioveva in terra all’aspro ritmo della lima, dové pensare alle promesse del Padre, agli annunzi dei profeti, a un lavoro che non sarebbe stato d’assi e di regoli ma di Spirito e Verità.

Il mestiere gli insegnò che vivere significa trasformare le cose morte ed inutili in cose vive ed utili; che la materia più vile, battuta e riformata, può diventare preziosa, amica, aiutatrice degli uomini; che per salvare, insomma, bisogna mutare, e che allo stesso modo col quale si ricava da un torto toppo di ulivo, scabbioso e terroso, il letto del bambino e della sposa, si può fare del lercio argentario e della sciagurata bagascia due cittadini del Regno dei Cieli».

(Giovanni Papini, Storia di Cristo)

 

 

La Quaresima ci ricorda questo, ci propone di contemplare l’incredibile talento creativo di Colui che seppe inventarsi l’Uomo dalla nuda polvere, la Vita eterna dal sepolcro sigillato, i propri concittadini celesti dagli anfratti più disgustosi della Terra. Contemplare insomma il Carnevale di Dio, la sfilata delle sue inenarrabili meraviglie. Buon Mercoledì delle Ceneri: buon Mercoledì Grasso!

L’oste

 

 

Mercoledì Grassoultima modifica: 2011-03-08T08:15:00+00:00da osteriavolante
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento