La notte dei desideri

La notte dei desideri   Passando ore al giorno sui mezzi pubblici o viaggiando in treno, ascoltando le chiacchiere di molti impiegati quarantenni in pausa pranzo o di pur giovanissimi studenti con il vocabolario di latino sottobraccio all’uscita da scuola, ci si accorge di quanto avesse visto lungo il nostro GKC:   «Il caos attuale è dovuto a una generale dimenticanza di tutto ciò … Continua a leggere

Sono Down, ma dottoressa

Sono Down, ma da oggi chiamatemi dottoressa    «Si chiama Giusy e  a 26 anni ha coronato il suo sogno laureandosi in Lettere all’Università di Palermo. Niente di strano se non fosse che la giovane palermitana è la prima ragazza affetta da sindrome di Down a diventare dottoressa. La sua specializzazione? Beni demoetnoantropologici. Un traguardo raggiunto con una votazione di … Continua a leggere

Ruby vista da De André

  Bocca di rosa     La masnada di farisei (libertinisti o iper-puritani a seconda di chi c’è da assalire) che oggi si straccia le vesti di fronte all’avvenente marocchina che ha inguaiato il Primo Ministro, e le vomita addosso qualsiasi insulto immaginabile, e istiga la gente comune a fare altrettanto (se non peggio: QUI e QUI), forse si dimentica di quando, … Continua a leggere

Gli auguri di Silvio Pellico

150 anni di Italia unita: gli auguri di Silvio Pellico     Per brindare all’anniversario della nostra Unità, ho scelto uno spumante d’annata: un brano tratto dall’appendice de Le mie prigioni, in cui il grande patriota (cattolico) Silvio Pellico traccia le somme della propria prigionia e delle proprie idee politiche. Polemizzando non poco con gli Eugenio Scalfari di allora. Un … Continua a leggere

Mercoledì Grasso

Mercoledì Grasso       «Il legnaiolo Gesù (…) spesso, mentre i trucioli chiari e leggeri s’arricciolavano sotto il filo della pialla e la segatura pioveva in terra all’aspro ritmo della lima, dové pensare alle promesse del Padre, agli annunzi dei profeti, a un lavoro che non sarebbe stato d’assi e di regoli ma di Spirito e Verità. Il mestiere … Continua a leggere

Il Salone del libro si dimentica di noi. Ma noi dove siamo?

Ci siamo spenti?     La mostra libraria per i 150 anni dell’Italia unita, allestita all’interno del 24° salone del libro di Torino (nel maggio prossimo), esporrà le opere letterarie e gli editori ritenuti più significativi nella storia culturale del nostro Paese dal 1861 ad oggi: Utet, Ricordi, Treves, Zanichelli, Hoepli, Laterza, Mondadori, Vallecchi, Rizzoli, Bompiani, Einaudi, Feltrinelli, Adelphi ecc. Oltre … Continua a leggere