Si parte

Si parte    Carissimi, l’Osteria Volante vola in vacanza. Auguro a tutti voi di poter godere appieno questo periodo rigenerante e di ritrovarci a settembre carichi e pimpanti. Se gli impegni me lo permetteranno, al ritorno dalle vacanze troverete probabilmente un’osteria profondamente ristrutturata: dopo quasi due anni è necessario disfarsi di ciò che si è affastellato disordinatamente, rafforzare ciò che … Continua a leggere

L’uomo che imitava gli uccelli

L’uomo che imitava gli uccelli    Si chiamava O. ed era il migliore nell’imitare gli uccelli. Un giorno ruppe finalmente gli indugi e si presentò al direttore del circo per diventare parte dello spettacolo. «Salve» fece il corpulento direttore, guardandolo distrattamente mentre, curvo a terra, riordinava l’arena dai birilli abbandonati dai giocolieri «Desidera?» «Beh, vorrei unirmi alla vostra compagnia e … Continua a leggere

E’ Giuliano l’Apostata l’emblema dell’oggi

L’icona dei tempi odierni? Giuliano l’Apostata   Il nostro Akathistos – a cui vanno i nostri più sinceri auguri di compleanno – ci offre, per festeggiare, una torta appassionata fatta con le sue mani.   di Akathistos Il Cristianesimo oggi, almeno nella nostra vecchia e stanca Europa che ha reso grande, ed è stata resa grande, dal Cattolicesimo, vive una profonda crisi, una crisi che … Continua a leggere

La pedofilia, la Chiesa e Polanski

La liberazione del pedofilo Polanski (e invece la crocifissione della Chiesa) era già scritta nel Vangelo     “Il governatore era solito, per ciascuna festa di Pasqua, rilasciare al popolo un prigioniero, a loro scelta. Mentre quindi si trovavano riuniti, Pilato disse loro: «Chi volete che vi rilasci: Barabba o Gesù chiamato il Cristo?». Sapeva bene infatti che glielo avevano … Continua a leggere

Ridateci la donna

Ridateci la donna…     So benissimo che l’aver “liberato” la donna dalla classica rappresentazione angelicata è il vanto del femminismo sessantottino militante. Tuttavia lasciatemi dire che è proprio a questa presunta “liberazione” che dobbiamo la crecente schiera di donne più simili a scaricatori di porto che a femme-fatale. Oggi sale, ad esempio, sul tram una giovane studentessa truccatissima, borsa firmata … Continua a leggere

Come “capiamo”

Eureka!   Continuiamo dunque la discussione nata dal post precente. Allora, come è mai possibile che pur dicendo cose giuste si faccia involontariamente il gioco dell’Avversario? Dovremmo dunque rassegnarci a vivere in stile catacombale e lasciare lo spazio pubblico ai detrattori della verità? Andiamo per gradi. Concordiamo almeno sulla premessa che un messaggio è utile nella misura in cui è … Continua a leggere