La Giornata della memoria

Per dimenticare meglio, bambino mio     Noi pacifisti moderni non abbiamo nulla a che fare con i nazisti, che furono degli assassini, dei maledetti, l’incarnazione del male assoluto. L’eugenetica di quei fomentati teutonici ci repelle. Però…beh… il diritto di eliminare l’embrione non venuto come volevamo (QUI), perché negarlo? Perché negare la possibilità di avere un figlio perfettamente conforme alle aspettative … Continua a leggere

La lingua dei collettivi dell’onda

L’esperanto dei collettivi     I rivoluzionari dei collettivi dell’Onda hanno trovato una nuova fissa, stavolta ce l’hanno contro il maschilismo della lingua nostrana. «Non è possibile che nel terzo millennio usiamo parole maschili per ricomprendere anche termini femminili!» avevano gridato tempo fa col megafono, e non si sono fatti attendere. Oggi campeggiava questo cartello:    «Domani tutt* alla riunione, tutt* le/gli student* liber* … Continua a leggere

Montini, i cattolici democratici e la Bonino

Un documento memorabile. Firmato Montini     Non ringrazierò mai abbastanza Akathistos per avermi passato il piccantissimo documento che propongo oggi ai vostri palati. Si tratta di una lettera dell’allora arcivescovo di Milano Card. Montini (che pochi anni più tardi diverrà Paolo VI) indirizzata alle ACLI: una missiva struggente per l’accoramento con cui mette in guardia i suoi figli spirituali dall’inganno … Continua a leggere

rivoluzione istituzionale – il tribunale di salerno straccia la legge 40

Il tribunale di Salerno blocca le lauree in giurisprudenza      «No, mi dispiace lei non si può laureare: le manca un esame» «Come sarebbe a dire? Li ho fatti tutti: ecco qui!» e mentre tentava di discolparsi esibiva nervosamente i cedolini spiegazzati ma ancora perfettamente leggibili. «Questo non è più valido» fece il tipo grassoccio della Segreteria, indicando il cedolino che … Continua a leggere

Consumatores – nuove classi sociali per nuove civiltà

Consumatores     Il tipo di classi sociali è un preziosssimo indizio per capire in che modo una civiltà concepisca l’Uomo, in sé e in rapporto alla società. Si può dire che quando sorge una nuova forma di distinzione in classi, allora è nata una nuova civiltà. Così fu con l’avvento del cristianesimo, che alla pagana classificazione schiavi-liberi-aristocratici sostituì quella tra … Continua a leggere

I “Presi per Caso” – una buona band emergente

I “Presi per caso”   «Siamo una compagnia di detenuti, ex-detenuti e non-detenuti. In ogni caso, al momento, ci sentiamo tutti liberi. Facciamo teatro e suoniamo rock. Raccontiamo storie che parlano di carcere. E lo facciamo col sorriso. Perché, spesso, ridendo si riflette meglio. (…) Crediamo che solo il libero esercizio della creatività possa realmente comunicare la verità, parlare chiaro … Continua a leggere

La scommessa

La scommessa     In molti pensano che la fede sia una sorta di scommessa alla cieca, un tuffo nell’incredibile, nell’irrazionale, nell’affidamento credulone e passivo. Pensano soprattutto che il problema religioso – “chi ha creato e che senso ha la vita?” “che c’è dopo la morte?” – sia una questione evitabile: basta dire “non credo a nulla” e non sono … Continua a leggere

Cinquant’anni di “Tutto il calcio minuto per minuto”

Cinquant’anni di novanta minuti     «Tutto il calcio minuto per minuto, la più meritoria di tutte le trasmissioni, che Dio ce la conservi» (Indro Montanelli su “La Voce”, 20/11/1994)    Anche nel 1960, cinquant’anni fa esatti, il 10 gennaio era domenica e verso le quattro del pomeriggio debuttava ufficialmente la trasmissione radiofonica più longeva, più popolare, più amata di sempre: … Continua a leggere

Domenica Aperto. Una sagace trovata

Domenica Aperto. L’altare       Un sagace prete di Avezzano, stanco di  assistere alla transumanza domenicale delle sue pecorelle verso i centri commerciali, ha avuto un colpo di genio, una trovata che per ironia e prontezza ricorda il miglior Don Camillo di Guareschi: dal portone della Chiesa campeggia infatti un grande striscione con una semplice scritta a tutto campo, … Continua a leggere

C’era una volta la Domenica

C’era una volta la Domenica     «Una civiltà non crolla come un edificio, ma si vuota a poco a poco della sua sostanza finché non ne resta più che la scorza.» (Georges Bernanos)     Quando aprì il primo Blockbuster vicino casa, davo della bigotta a mia madre perché di Domenica non voleva entrarci: «Pensa a quei poveretti che … Continua a leggere